SALFi SALFi CONFSAL UFE  
Home
giovedý 03 settembre 2015
 
 
Not. 72/2015 - Entrate - Richiesta di convocazione Stampa

ImageNotiziario n. 72 del 2015

RICHIESTA DI CONVOCAZIONE


Si riporta, di seguito, la richiesta formulata al Direttore del Personale dell’Agenzia delle Entrate dai Responsabili del Settore Entrate del SALFi, dott. Valentino Sempreboni e sig. Michele Sparacino, in merito alla ripresa dei lavori e dell'attività negoziale.

Leggi tutto...
 
COMUNICATO STAMPA - La deriva politica del Sistema Agenziale Stampa

ImageComunicato Stampa

REPETITA IUVANT

LA DERIVA POLITICA SUL SISTEMA AGENZIALE 

La reiterata carenza di riferimenti , sia ministeriali sia governativi , rappresenta una concausa dello stantio ritualismo formale che da anni si consuma in occasione di un sinistro incontro agostano nel quale , sacerdoti e sacerdotesse , celebrano l'auto approvazione di un contratto di servizio che e' definibile quale : il vuoto che riempie il nulla e da' l'apparenza di un "mistero delle finanze" che non vuole alcuna reazione al fenomeno, oramai devastante' , del non contenimento dell'evasione fiscale.

Connessa a tale palese quanto tollerata strategia politica, esiste da un lato l'abbandono del sistema agenziale ad una degradante sopravvivenza e dall'altro una scientifica, pianificata tattica di forzata anoressia che , negli anni , diversamente rinominata ha ridotto uno strumento gestionale di eccellenza ad una banale macchina di compliance, fatta salva la stereotipata  "balconata di annunci " in sede convenzionale , che mira più' ad assicurare chi evade che non a dissuadere e intimorire gli evasori.

Una vecchia necessità politica , per garantire precisi bacini elettorali e che nel 2015 ha sferzato un mortale fendente alle strutture agenziali, con interventi regressivi e penalizzanti sul personale, sulla organizzazione interna, sul contratto, sui percorsi di carriera, sugli organici dirigenziali, che riducono l'ex eccellente struttura autonoma a longa manus del premier, palesemente , ed anche con motivazione che non lascia dubbi ad alcuno sulle future  performance delle agenzie fiscali , più' apparenti che reali , con prospettici nocumenti sul futuro occupazionale e professionale di migliaia di funzionari!!!!

 È plausibile ipotizzare un sistema agenziale etero diretto, non più' attrattivo, con personale defidelizzato o peggio demotivato e con una perdita di ingenti patrimoni di professionalità', governato da dirigenti "stranieri"e precarizzati dal premier di turno!

Peccato che ciò accade nella totale sostanziale condivisione o peggio assuefazione e della classe dirigente di vertice e non  e della variegata specie dei diversi portatori di interessi !!!

Come detto in altre sedi , la recente straordinaria manutenzione ha sconvolto il dna del sistema agenziale originario, con un avvelenamento dei pozzi che oggi costringe noi a combattere una battaglia di principio e contrattuale , finalizzate a pretendere il rispetto di diversi precetti costituzionali afferenti la giusta retribuzione, la autonomia del funzionario, il rispetto per la funzione svolta e poi la specificità' tecnica del lavoro svolto,

Il rinnovo contrattuale, il diritto alla carriera, ma in particolare la esigenza di attivare , con gli incisi dalla nostra attività , un rapporto relazionale ben diverso dall'attuale, attesa la profonda iniquità del vigente sistema fiscale , che crea in Italia anche troppi  "figli di un dio minore"!!!

Non scenda il silenzio sulle agenzie fiscali,  non si strumentalizzi la critica sindacale, quando esiste, non si svenda la partecipazione dei lavoratori per il mantenimento di alti incarichi dirigenziali e in particolare non si imponga la gestione delle risorse umane, pena il fallimento di qualsivoglia strategia, datoriale e governativa!!

In sintesi , il Salfi , segnala da un lato la inadeguatezza delle convenzioni e piani aziendali a contrastare il fenomeno evasivo , e dall'altro la politicizzazione del sistema agenziale , oramai asservito al premier ed al suo sistema di  avocazione delle linee guida della leva fiscale in Italia al noto principio per il quale gli uffici finanziari devono "abbaiare ma non mordere "!

Idea politica più pericolosa che scandalosa!!

 
Not. 71/2015 - Agenzie Fiscali - Convenzioni MEF - Incontro del 7 agosto 2015 Stampa

ImageNotiziario n. 71 del 7 agosto 2015

 

CONVENZIONI 2015-2017 MEF/AGENZIE FISCALI

Il Salfi prende le distanze dalle strategie in atto distruttive delle Agenzie fiscali

 

Nel pomeriggio di ieri, 7 agosto 2015, sempre peggio visto che l’anno scorso questo appuntamento è avvenuto il 31 luglio, la Confsal-Salfi e le altre OO.SS. hanno incontrato il Capo del Dipartimento delle Finanze, prof.ssa Fabrizia Lapecorella, per l'illustrazione delle Convenzioni 2015 – 2017. All’incontro erano presenti anche i Direttori delle due Agenzie e i Direttori Centrali del Personale.

La nostra Federazione, che ha aperto gli interventi sindacali, ha senza mezzi termini criticato sia nel metodo che nel merito questa fase di interlocuzione con i vertici del MEF. Abbiamo rimarcato ancora una volta l’assenza al tavolo di un esponente politico del MEF e la sottovalutazione delle questioni poste dai sindacati che, seppur formanti oggetto di precisi impegni al tavolo di parte pubblica, non hanno mai trovato soluzioni. Il ritardo con cui avviene questo passaggio concertativo, ormai divenuto più che altro un rito, una formalità, come l’abbiamo definito nel nostro intervento, dà la misura della scarsa, anzi scarsissima, attenzione che gli attori politici riversano sulle questioni del fisco e delle Agenzie fiscali. Tra l’altro, chi lavora negli Uffici sa benissimo che ad agosto, per non dire a settembre, il piano “industriale” delle attività lavorative è stato in gran parte già effettuato ovvero pianificato secondo le assegnazioni di budget e dunque appare inverosimile che si possa, anche a volerlo in questa sede, revisionare.

Ma, al di là delle critiche al metodo, ciò che ci risulta insopportabile, secondo il nostro punto di vista, è il costante depauperamento delle potenzialità del sistema agenziale, messo in atto ormai esplicitamente dal Governo e nel più totale silenzio di una classe politica parlamentare, distratta ma anche avvezza alla difesa delle lobby, le quali non possono che brindare all’imbrigliamento delle Agenzie fiscali.   

Un partito trasversale che strizza gli occhi agli evasori mettendo in cattiva luce l’operato dei 50.000 lavoratori delle Agenzie fiscali. Gli attacchi, soprattutto all’Agenzia delle Entrate, sono sotto gi occhi di tutti, provenienti anche da esponenti politici di Governo. Si tratta di una ignobile campagna offensiva e denigratoria del personale, funzionari, dirigenti ed ex incaricati, rei di applicare le disposizioni di legge, che sta provocando frustrazione, disorientamento, delegittimazione e demotivazione nel personale tutto.


Leggi tutto...
 
Not. 70/2015 - Entrate - Incontro del 3 agosto 2015 Stampa

ImageNotiziario n. 70

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

“UN DOVEROSO ATTO DI GIUSTIZIA”

 

Come anticipato con altre comunicazioni, la CONFSAL-SALFI, con altre OO.SS., ha firmato un nuovo accordo per il passaggio economico di n. 17.595 colleghi, dopo che la preintesa cosiddetta “scorrimento integrale”, sottoscritta il 7 maggio scorso, non ha ottenuto la “certificazione” della Funzione Pubblica e della Ragioneria Generale dello Stato.

Qualunque siano le motivazioni alla base della mancata certificazione degli Organi di controllo, per la Confsal-Salfi “risibili e non condivisibili” ma pur sempre pareri vincolanti, per legge (ai sensi del D. Lgs n. 165/01, art. 40 bis, comma 2 e con specifico riferimento all’art. 52, comma 1 bis, dello stesso decreto), il nostro obiettivo è stato raggiunto, come da impegni a suo tempo assunti con la categoria ovvero quello di estendere al massimo la platea dei colleghi beneficiari di un passaggio economico (stabilizzazione in busta paga di una quota dell’annuale salario accessorio), dopo che i vincoli di ordine economico avevano permesso nel 2010 il passaggio solo per una quota di colleghi in servizio (peraltro minoritaria) e le limitazioni generali, giuridico-economiche, avevano bloccato per quattro anni (2011-2014) la possibilità di attribuzione di altri passaggi.

Riteniamo il risultato acquisito un doveroso atto di giustizia, perché la totalità dei colleghi a suo tempo non vincitori della procedura ovvero coloro che non avevano l’anzianità di servizio minima per accedere alla medesima, con l’accordo sottoscritto usufruiscono del passaggio di fascia economica.

Leggi tutto...
 
Not. 69/2015 - Entrate - Incontro del 3 agosto 2015 Stampa

ImageNotiziario n. 69

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

 - Testo concordato tra le sigle firmatarie -

Nonostante lo “stop” della funzione pubblica allo scorrimento delle graduatorie… riparte una stagione di progressioni economiche all’interno delle aree 

 

 

Ora chi non ha firmato la potrà raccontare come vuole, l’unico fatto certo ed inconfutabile, però,  è che - grazie alla ipotesi di accordo (che ora andrà comunque al vaglio degli organi di controllo) sottoscritta ieri da CGIL-CISL e SALFi – 22.000 colleghi dell’Agenzia delle Entrate, dopo cinque anni di blocco, avranno un passaggio di fascia economica.

 Abbiamo deciso di dare attuazione ai nuovi passaggi sottoscrivendo due accordi distinti.

Con il primo i 17.595 colleghi che non erano passati o non avevano potuto partecipare alla procedura 2010, saranno inquadrati con decorrenza 1 gennaio 2015 nella fascia economica superiore. Questo accordo fa sì che la procedura di valorizzazione del personale dell’Agenzia – avviata appunto nel 2010 – si completi con il passaggio del 100% del personale.

Leggi tutto...
 
Flash Stampa

Agenzia delle Entrate

   Firmato dalla Confsal-Salfi l'accordo per il passaggio di fascia economica per oltre 17mila colleghi (17.595) ovvero per tutti coloro i quali non hanno acquisito il passaggio nella precedente procedura. Il passaggio avrà decorrenza 1 gennaio 2015. Seguiranno quanto prima Comunicato Unitario e notiziario di approfondimento. 


 
AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI Stampa

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI

MENTRE SUL COMMA 165 CONTINUERA’ LA BATTAGLIA…

SULLE CONVENZIONI PIU’ OMBRE CHE LUCI

 

Abbiamo in anteprima riferito sull’incontro del 31 luglio, dando notizia della firma degli accordi relativi ai fondi 2013 – Aree Monopoli e Dogane.

Come vi è noto, il SALFi, unitamente a quasi tutte le OO.SS. nazionali, ha da tempo intrapreso la battaglia per il recupero delle somme del comma 165 non spendibili a causa del famoso “tetto 2010” che grava sui fondi del personale.

Nonostante gli incontri succedutosi, a vari livelli, anche presso l’Autorità politica, al momento sussiste l’interpretazione che costringe al fermo delle risorse eccedenti, trattenute al bilancio delle Agenzie.

Noi non rinunceremo alla battaglia e continueremo a rivendicare la validità dell’interpretazione che legittima la ripartizione al personale dell’intera quota ricevuta dall’Agenzia a titolo di comma 165.

Nel frattempo, però, bisogna mandare avanti gli accordi, per la parte non ancora definita, e permettere al personale di riscuotere importi, che lo ricordiamo, attengono all’annualità 2013. E senza la firma dei relativi accordi, è evidente che le somme non sarebbero percepibili…

L’inaccettabile ritardo nella corresponsione dei compensi, ci introduce all’altro tema trattato in riunione e cioè quello dei piani aziendali e dell’imminente incontro del 4 agosto al MEF sulle convenzioni.

Già, le convenzioni………

Cosa aggiungere di altro dopo le innumerevoli informative fatte dal SALFi , in questi mesi, sulla riforma in atto del sistema convenzionale e sulla complessiva riorganizzazione delle Agenzie Fiscali?

Riteniamo che la nostra posizione, fortemente critica, sia chiara e nota ormai a tutti.

E il SALFi la ribadirà domani nel corso dell’incontro al MEF.

Dopodiché va anche detto che, nel piano del personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, si ritrovano alcuni elementi che prospettano la soluzione di questioni aperte da tempo.

Una per tutte, quella relativa agli idonei della procedura di passaggio dalla seconda alla terza area. 

Ma su questo tema, così come su quello della mobilità volontaria 2015, abbiamo condiviso un comunicato unitario che riportiamo di seguito.

(La delegazione Fici – Fiorentino)

 
                                                                          
 

 

FP CGIL  CISL FP
UILPA
CONFSAL-SALFi
 


Leggi tutto...
 
Demanio - Comunicato Unitario Stampa
Comunicato Unitario
FP CGIL  CISL FP
UILPA
CONFSAL-SALFi

 

Comunicato

Agenzia del demanio
Verso la definizione di un testo condiviso

 
Care colleghe e cari colleghi,
si è svolto ieri 28 luglio un ulteriore incontro tra le organizzazioni sindacali e l’Amministrazione vente a tema il Premio di Risultato 2015.
Nel corso della riunione il Direttore del personale ha enunciato la disponibilità ell’Amministrazione ad affrontare da subito alcune rilevanti questioni sollevate nel corso della lunga trattativa.
Le OOSS hanno ribadito l’esigenza di avviare un percorso che preveda, a partire dal 2016, la stabilizzazione delle risorse economiche a disposizione per l’incentivazione accessoria del personale (premio di risultato e premio sostitutivo di quello di cui all’art 3 comma 165, L. 350/2003).
Al termine della discussione le parti hanno convenuto di sottoscrivere un accordo, unitamente il PDR 2015, finalizzato a pervenire ad un diverso impianto che sia più in linea con i nuovi obiettivi
dell’Agenzia e con le esigenze professionali e di gratificazione economica dei lavoratori, anche attraverso sistemi innovativi che consentano di traguardare la convergenza delle forme collettive di apprezzamento della produttività.
Inoltre, le parti hanno raggiunto un’intesa di massima rispetto al tema delle assenze da non computare ai fini della erogazione del premio di Risultato prevedendo di considerare nel fattore
di calcolo per la determinazione della quota individuale di premio anche le giornate, o frazioni di giornata, fruite per congedo parentale fino al raggiungimento di una soglia massima da esplicitare nel testo di accordo.
In questo senso, il testo che si andrà a sottoscrivere rappresenterà un importante risultato in linea con le disposizioni del D.lgs 80/2015 “misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro” e permetterà di compiere un passo avanti nella tutela della genitorialità.
Le parti si incontreranno la prossima settimana al fine di dare lettura dei testi definitivi e procedere alle sottoscrizioni.
Roma, 29 luglio 2015

 

 

FP CGIL

Boldorini

CISL FP

Bonomo

UIL PA

Colombi

CONFSAL-SALFI

Sempreboni

 

 

 

     
   
Leggi tutto...
 
Comunicato Unitario Stampa
Comunicato Unitario
FP CGIL  CISL FP
UILPA
CONFSAL-SALFi

 

Agenzia delle Entrate

 

A tutti i lavoratori dell'Agenzia delle Entrate.

 

Come crediamo ormai noto, la Funzione Pubblica non ha certificato l'accordo sottoscritto il 17 maggio 2015 relativo allo scorrimento delle graduatorie per i passaggi di fascia economica anno 2010.

Le "censure" della Funzione Pubblica hanno riguardato:

- la impossibilità di scorrimento di graduatorie vecchie di 5 anni;

- la mancanza di valutazione;

In data odierna l'Agenzia ha aperto il confronto con le OOSS nazionali  per la ricerca di una soluzione che consenta comunque l'avvio di una nuova procedura con decorrenza 1 gennaio 2015 con relativo impegno economico di risorse fisse e ricorrenti presenti nel FUA.

Una soluzione possibile che consenta a tutti i colleghi che non hanno avuto il passaggio nel 2010 è quella di una nuova procedura da bandire per un numero di posti corrispondenti a tutti coloro che sono rimasti al palo nel 2010 (o perché non potevano partecipare o perché non rientravano nei posti disponibili) con criteri che consentano a loro e solo a loro la partecipazione.

Sarebbe possibile, inoltre, un nuovo bando con decorrenza 1 gennaio 2016 per un numero di posti compatibile con le risorse fisse e ricorrenti al netto di quelle spese nel 2015, da riservare a tutto il restante personale, ivi compreso quello passato nel 2010.

Su queste basi le OOSS nazionali, nel corso del prossimo incontro sul tema, si riservano le eventuali riflessioni, proposte ed integrazioni necessarie alla sottoscrizione o meno dell'accordo sui passaggi di fascia economica dei Lavoratori dell'Agenzia delle Entrate.

 

 

FP CGIL

Boldorini

CISL FP

Silveri

UIL PA

Cavallaro

CONFSAL-SALFI

Callipo

 

 

 

 


Leggi tutto...
 
Not. 67/2015 - Entrate - Incontro del 30 luglio 2015 Stampa

ImageNotiziario n. 67

 


AGENZIA DELLE ENTRATE

 

RIUNIONE DEL 30.07.2015

Aggiornata al pomeriggio di Lunedì 3 agosto, con specifico riferimento alle progressioni economiche

 

INTERVENTO DEL SEGRETARIO GENERALE

ALLEGATO ALLA VERBALIZZAZIONE DELLA RIUNIONE

 

La Federazione CONFSAL-SALFI, preso atto che a tutt’oggi l’accordo per le progressioni economiche non ha prodotto effetti, causa mancata certificazione da parte degli Organi di controllo, creando così nel personale inciso contrarietà e demotivazioni;

valutata la gravità dell’ulteriore criticità afferente la problematica dei colleghi “retrocessi” dalla Terza alla Seconda Area, pregna di forte iniquità e comportante ulteriori demotivazioni, causa, anche, gli evidenti nocumenti economici,

rilevata l’urgenza di acquisire al salario accessorio della categoria rappresentata, le complessive somme spettanti in quota 2013, negate da interpretazioni del MEF assolutamente non condivisibili;

attesa la necessità di costituire, quanto prima, il Fondo per la produttività 2013, onde remunerare finalmente le prestazioni erogate dal personale;

uditi gli interventi del Direttore dell’Agenzia delle Entrate, del Direttore del Personale nonché del dott. Telesca, sul Piano Aziendale;

letto lo schema di intesa proposto per la firma, afferente in parte, le criticità di cui sopra, non interamente satisfattivo delle aspettative della categoria interessata;


Leggi tutto...
 
Agenzie Fiscali - COMUNICATO STAMPA Stampa
ImageNotiziario
 

Agenzie Fiscali


FEDERAZIONE CONFSAL-SALFI

 

 

COMUNICATO STAMPA

“Una paralisi semestrale in un labirinto di alibi e di irresponsabilità”

La  Federazione CONFSAL-SALFI, causa noti interventi della Corte Costituzionale, strumentalizzati omnibus, valutata la reiterata “inerzia” del Ministro dell’Economia e delle Finanze, preso atto della conclamata “impotenza” dei Direttori delle Agenzie Fiscali, a tutelare la “mission” e l’autonomia delle strutture governate, considerati gli interessi di “potenti” lobby politiche e di “classi d’interesse”, esaminate le ricadute sul sistema delle Agenzie Fiscali, causa la nuova “spending review”, sulla scorta dell’attuale assenza di rivisitate Convenzioni MEF/Agenzie Fiscali e connessi Piani aziendali, idonei da un lato, a fornire risposte a tutto il personale e dall’altro, a garantire una seria ed efficace lotta all’evasione ed all’elusione fiscale,

CHIEDE

A)     al GOVERNO, il rispetto dei diritti contrattuali, giuridici ed economici, dei lavoratori finanziari, da sei anni privi di contratto e di congruo salario accessorio;

 B) al MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE, la concertazione delle Convenzioni e dei Piani Aziendali, per coinvolgere, motivare e premiare il personale, in particolare il personale non dirigente;

C) ai DIRETTORI DELLE AGENZIE FISCALI, tangibili, idonei ed immediati interventi, a tutela sia dell’immagine degli uffici, sia della operatività dei medesimi, valutate le gravi criticità oggi ancora paralizzanti gli uffici, i mancati interventi normativi e, soprattutto, le mancate risposte al personale non dirigente, dal quale dipende la totale funzionalità dei richiamati uffici.

La Scrivente Federazione, infine, rivendica il diritto a richiedere, a tutti i livelli, l’individuazione delle esistenti responsabilità oggettive, per strutture strategiche che non possono sopravvivere solo per garantire benefici ad alcuni ed oneri a tutti gli altri, laddove, invece, vanno rilanciate nel progetto “più equità fiscale”, ovvero radicalmente reingegnerizzate, previo azzeramento di tutti gli incarichi, oggi ricoperti dai “dirigenti di vertice” del sistema agenziale!

 

                                                                                                     IL SEGRETARIO GENERALE

                                                                                                             Sebastiano Callipo


Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 26 di 721
Le rubriche del S.A.L.Fi.

Segretario Generale           Lavoro Finanziario           Salfi sulla Stampa
 
Top! Top!