SALFi SALFi CONFSAL UFE  
Home
domenica 01 febbraio 2015
 
 
Previous Frame Next Frame
  • Con il SALFi

    nel futuro

    1
  • Per un serio impegno

    a tutela dei lavoratori

    2
  • Il lavoro è per noi

    un valore fondante

    3
  • 1
  • 2
  • 3
Not. 10/2015 - Agenzia delle Entrate Stampa
ImageNotiziario n. 10 del 2015
 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Si riporta la nota dei Segretari Nazionali settore Entrate del SALFi, Valentino Sempreboni e Michele Sparacino, Al Direttore del Personale dell’Agenzia delle Entrate, dott. Girolamo Pastorello.

 

Leggi tutto...
 
Not. 009/2015 - Agenzia delle Dogane e dei Monopoli Stampa
ImageNotiziario n. 9 del 2015
 

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI

 

Con il comunicato dello scorso 22 gennaio, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha dato comunicazione che gli organi di controllo hanno certificato gli accordi sottoscritti nel dicembre u.s. relativi ai fondi disponibili per il 2013.

In pratica, nella busta paga del mese di Febbraio verranno erogati il premio di produttività 2013 al Personale delle Dogane e il Compenso Incentivante 2013 a quello dei Monopoli.

 
Leggi tutto...
 
Not. 008/2015 - Agenzie Fiscali Stampa
ImageNotiziario n. 8 del 2015
 

Agenzie Fiscali



Si riporta la nota dei Coordinatori Nazionali RSU del SALFi, Valentino Sempreboni e Michele Sparacino, ai direttori delle Agenzie Fiscali, sulla Riaffermazione competenza primaria delle Commissioni Elettorali delle RSU. 

 

 

Leggi tutto...
 
Not. 7/2015 - Confsal Stampa

ImageNotiziario n.7 del  23 gennaio 2015

CONFSAL

IP. C.C.N.Q. DI MODIFICA DEL C.C.N.Q DEL 3/11/2011

Si comunica che ieri, 22 gennaio 2015, all’Aran, è stata sottoscritta da tutte le Confederazioni sindacali rappresentative del pubblico impiego l’Ipotesi di Contratto Collettivo Nazionale Quadro di modifica del C.C.N.Q del 3/11/2011.La Confsal era rappresentata del vice-segretario, Fedele Ricciato.Il testo dell’Ipotesi di C.C.N.Q. del 22 gennaio 2015 è disponibile sul sito Salfi al link Confsal.   

Leggi tutto...
 
Demanio - Comunicato Unitario Stampa
Comunicato Unitario
FP CGIL  CISL FP
UILPA
CONFSAL-SALFi

 
Agenzia del Demanio
Incontro del 21 gennaio
Nel pomeriggio del 21 gennaio, si è tenuto l’incontro sindacale ripetutamente sollecitato dalle OO.SS.
Come da nota formalizzata è stato chiesto di discutere l’erogazione delle somme sostitutive in autofinanziamento (ex Legge 350/2013 art. 3), riconducibili alla produzione 2013.
L’Amministrazione ha riferito che il Comitato di Gestione, nell’ultima seduta di vigenza, ha deliberato a favore dell’erogazione dei fondi, in coerenza con gli anni precedenti. Ha inoltreprecisato che per avviare la contrattazione con le OO.SS. manca ancora il controllo da parte del nuovo Collegio dei Revisori, il quale si riunirà come prima volta utile il 29 gennaio p.v.
Alla luce di quanto sopra, le OO.SS. stigmatizzando il ritardo sia di comunicazione sia di liquidazione delle somme, non hanno ritenuto possibile proseguire la discussione sulle altretematiche ed hanno chiesto con forza la rapida conclusione dell’iter in modo da consentire l’erogazione del premio con le competenze del prossimo mese di febbraio.
Con l’occasione le OO.SS. hanno ricordato che la legge di stabilità 2015 non ha prorogato il blocco del salario accessorio al tetto del 2010 ed è, pertanto, possibile riavviare, a partire dal corrente mesedi gennaio, il riconoscimento di tutti gli istituti a partire dalla valorizzazione professionale ed economica del personale.
Infine, l’Amministrazione su sollecitazione sindacale si è impegnata a verificare la fattibilità di erogazione dei ticket elettronici in modo da aumentare da 5,29 euro a 7,00 euro l’importo nonsottoposto a tassazione, come previsto dall’ultima legge di stabilità.
Le OO.SS. hanno quindi chiesto di riunirsi il primo giorno utile dopo la seduta del Collegio dei Revisori.Vi terremo aggiornati sugli sviluppi.



      FP CGIL     
    CISL FP           UIL PA            
CONFSAL-SALFi
 Boldorini Bonomo    Colombi       Sempreboni
Leggi tutto...
 
Not. 6/2015 - Editoriale Stampa

ImageNotiziario n. 6 del 22 gennaio 2015

Editoriale del Segretario Generale

UN PAESE CHE NON E' ANCORA ENTRATO NELLA MODERNITA'

UN SINDACATO ATTIVO NEL SENTIERO DI CRESCITA SOCIALE ED ECONOMICA

 

Consideriamo solo alcuni dati

Fonte Corte dei Conti

- Stima dei costi diretti della corruzione 60 miliardi di euro, pari ad oltre il 4% del PIL, oltre ai costi indiretti legati agli effetti discorsivi della corruzione medesima;

Fonte Corte dei Conti

- Stima del livello di evasione fiscale 120 miliardi di euro, pari ad oltre 1'8% del PIL (altri soggetti stimano l'evasione tra i 180 240 miliardi di euro);

Fonte Università Cattolica di Milano

- Stima delle attività illecite - mafie e malavita organizzata e non 10,6 miliardi di euro, pari allo 0.7% del PIL (una stima sicuramente per difetto):

Fonte Istat

- Somma complessiva delle attività illecite e sommerse 200 miliardi di euro, pari al 12,4% del PIL, di tale entità è stato aggiornato l'ammontare del PIL per rispettare i requisiti dell'Unione Europea


Leggi tutto...
 
Not. 5/2015 - Confsal Stampa

ImageNotiziario n.5 del 19 gennaio 2015

CONFSAL

RELAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE

 

Si riporta, di seguito, il testo della relazione del Segretario Generale e la Mozione finale del Consiglio Generale che verrà pubblicato sul prossimo numero dell’organo di stampa della nostra Confederazione: “Confsal, Società, Cultura, Lavoro”.

IL MANCATO INTERVENTO

SUI “REALI” FATTORI DI CRESCITA

HA BLOCCATO L’ECONOMIA E L’OCCUPAZIONE

 

IL GOVERNO NE PRENDA ATTO

E CAMBI STRATEGIA

 

 

Relazione del Segretario Generale

Marco Paolo Nigi

 

 
Leggi tutto...
 
Not. 4/2015 - Editoriale Stampa

ImageNotiziario n. 4 del 15  gennaio 2015

Editoriale del Segretario Generale

CONSIGLIO GENERALE CONFSAL 2015
INTERVENTO DEL SEGRETARIO GENERALE CALLIPO
MENO PRESSIONE FISCALE, PIU’ CRESCITA ED OCCUPAZIONE!!

La pressione fiscale in Italia è esplosa in Italia tra il 1973 e l’inizio degli anni novanta e da allora non ha mai registrato livelli inferiori al 40%, laddove nel 2012 ha raggiunto livelli record superando la soglia del 45% ed è destinata oggi ad aumentare ancora causa anche l’aumento programmato ed automatico dell’Iva, in assenza di forti e decisi interventi di riduzione della spesa pubblica.
Nel panorama internazionale, l’Italia si distingue per la forte concentrazione del prelievo fiscale su lavoro e impresa, laddove il cuneo fiscale, a seconda della situazione reddituale e famigliare, ha superato i 13 punti percentuali della media OCSE.
L’aliquota totale fiscale per una media impresa è del 68%, contro una media OCSE DEL 43%.
Il fisco italiano si distingue, tuttavia, ancora oltre che per la sua iniquità ed inefficienza, anche per la sua complessità ed infatti pagare le imposte richiede mediamente 15 adempimenti, per un totale di 270 ore uomo di lavoro, contro una media Ocse di 12 adempimenti e 176 ore uomo.
 Il gettito di imposte indirette è tuttavia sotto la media europea, ancorchè esista una aliquota ordinaria relativamente alta e cioè il 21%, causa l’ampia platea di beni cui si applicano le aliquote ridotte.

Leggi tutto...
 
Not. 003/2015 - Agenzie Fiscali Stampa
ImageNotiziario n. 3 del 2015
 

Agenzie Fiscali


AGENZIE FISCALI

Si riporta la nota del Segretario generale del SALFi, dott. Sebastiano CALLIPO, ai direttori del MEF e delle Agenzie Fiscali, sul sistema di valutazione.

 

 

 

Leggi tutto...
 
Not. 2/2015 - Editoriale - Legge di stabilità 2015 - Talune aporie della manovra Stampa

ImageNotiziario n. 2 dell'8 gennaio 2015

Editoriale del Segretario Generale

LEGGE DI STABILITÀ 2015
TALUNE APORIE DELLA MANOVRA…
L’EVASIONE FISCALE DEPENALIZZATA QUALE REGALO AI RICCHI: UN INVESTIMENTO ELETTORALE

In primis, mutuando da un rapporto di otto pagine dell’Agenzia delle Entrate, trasmesso, peraltro, a Palazzo Chigi in vista di un previsto incontro del Premier Renzi con una Commissione Tecnica del Tesoro, potremmo sintetizzare che in tema di Fisco il testo della norma di che trattasi crea “ingiustificate aree di non punibilità” ed, ancora, introduce una “oggettiva depenalizzazione tributaria” inibente l’attività degli ispettori del Fisco!
Esistono, infatti, significative ricadute negative sull’attività dell’Amministrazione Finanziaria rivenienti da alcuni interventi normativi, lesivi di precisi interessi dell’erario.
Infatti, la soglia, fra l’altro incriminata, del 3% del reddito imponibile, al di sotto del quale l’evasione Iva e II.DD. non è punibile, unitamente ad ulteriori articoli configurano il Decreto in rassegna quale indiscutibile ausilio agli “evasori”.
Secondo il Direttore dell’Agenzia delle Entrate, tali interventi rischiano di sottrarre alle casse dell’erario circa 16 miliardi di euro.
Trattasi, in particolare, di un vulnus che sarà al centro di una specifica riunione della Commissione Tecnica del Tesoro, guidata dall’ex Presidente della Consulta, Franco Gallo, che dovrà rivisitare il Decreto in rassegna, che il Premier Renzi ha rinviato a febbraio.

Leggi tutto...
 
Lettera al personale - Dogane e Monopoli Stampa

Image

AGENZIA DELLE DOGANE E DEI MONOPOLI

 

Cari colleghi,
il 2014 appena trascorso ci ha lasciato in eredità diversi argomenti da affrontare nel nuovo anno che è appena iniziato.
La legge di stabilità, licenziata dal Parlamento alcuni giorni orsono, offre alcuni importanti agganci normativi per portare a soluzione le problematiche legate al passaggio degli idonei della seconda alla terza area, nonché per il transito del personale dalla Sezione Monopoli a quella Dogane sciogliendo così il nodo delle differenti indennità di Agenzia.
Su questi temi si aprirà, pertanto, a breve il confronto con l’Agenzia al fine di condividere modalità e tempi delle operazioni.
Sono segnali importanti che il legislatore ha inteso mettere in campo che però, a nostra opinione, non colgono appieno l’importanza strategica delle attività svolte dal Personale dell’Agenzia, soprattutto in vista dell’appuntamento di EXPO 2015. Infatti, se quest’ultimo è un evento definito di svolta per l’intero Paese, bisognava essere più energici ed inserire nelle norme approvate alcune misure atte ad  affrontare l’eccezionalità dell’impegno con adeguatezza. Ci riferiamo soprattutto, come avevamo proposto, a specifiche norme che consentissero di superare, almeno ai fini assunzionali, i limiti posti dalla legislazione vigente.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 26 di 618
Le rubriche del S.A.L.Fi.

Segretario Generale           Lavoro Finanziario           Salfi sulla Stampa
 
Top! Top!