SALFi SALFi CONFSAL UFE  
Home
venerdì 27 maggio 2016
 
 
Notizia Flash Stampa

  News FORUM PA 2016 News

  News INTERVENTO DEL MINISTRO DELL'ECONOMIA E FINANZE News

Disponibile al link di seguito l'intervento del Ministro dell'Economia e delle Finanze, Prof. Pier Carlo Padoan, al Forum PA, tenutosi a Roma nelle giornate del 24, 25 e 26 maggio 2016.

http://www.forumpa.it/ricerca-e-innovazione-per-lo-sviluppo-lintervento-di-pier-carlo-padoan-alla-giornata-nazionale-dellinnovazione

 
Manutenzione straordinaria della infrastruttura di rete Salfi Stampa

  News Manutenzione straordinaria della infrastruttura di rete Salfi News

Venerdì 27 maggio 2016 - SEDE NON RAGGIUNGIBILE

 

Si comunica che, per permettere le necessarie operazioni di controllo e manutenzione sulla infrastruttura di rete della Federazione Confsal-Salfi, da parte dei tecnici incaricati dal gestore telefonico, la sede del Salfi non sarà raggiungibile né telefonicamente, né informaticamente il giorno venerdì 27 maggio p.v.. Pertanto, tutte le richieste da parte dei quadri, dovranno necessariamente pervenire entro le 17:00 del giorno prima, giovedì 26 maggio p.v.. 

 
Notizia Flash Stampa

  News AGENZIA DELLE ENTRATE News

SALARIO ACCESSORIO 2015 - ACCONTO CON IL CEDOLINO DI GIUGNO 2016 

Si conferma che con lo stipendio di giugno verrà pagato l’acconto sul salario accessorio 2015, come da pregresse comunicazioni. Vengono pertanto smentite illazioni su difficoltà di pagamento del salario accessorio.

 
Notiziario Confsal n. 29 Stampa

ImageNotiziario Confsal n.29 del 25 maggio 2016

CONFSAL

 

 

CCNQ PROROGA AQN – TFR E P.C. DIPENDENTI PUBBLICI

 

Aggiornamento: Disponibile il testo definitivo al link Documenti.

 

    Si comunica che oggi, 25 maggio 2016, all’Aran, è stato sottoscritto in via definitiva il Contratto Collettivo Nazionale Quadro per la proroga del termine indicato all’art. 2, comma 3, dell’Accordo Quadro Nazionale in materia di trattamento di fine rapporto e di previdenza complementare per i dipendenti pubblici.

     Il termine è stato ulteriormente differito al 31 dicembre 2020.

            Il testo del contratto non ha subito alcuna variazione rispetto all’Ipotesi contrattuale sottoscritta il 15 gennaio 2016 e trasmessa con il notiziario sindacale n. 3 del 18/01/2016.

 

 

 

Leggi tutto...
 
Notiziario Confsal n. 28 Stampa

ImageNotiziario Confsal n.28

CONFSAL

 

§  ARTICOLO CONFSAL SU “ITALIA OGGI”

 

 

Si riporta, di seguito, l’editoriale del Segretario Generale , Marco Paolo Nigi, pubblicato in data odierna con un articolo a pagina 41 del quotidiano “Italia Oggi”.

 

Quattro questioni ineludibili e improcrastinabili

Contratti, pensioni, previdenza e fisco

 

L’ultimo Consiglio generale Confsal (20-22 aprile) ha impegnato la segreteria su due punti precisi. Primo, mettere in atto un’azione sindacale ancora più forte affinché il governo Renzi superi lo status d’indifferenza e d’inerzia sulle grandi questioni del lavoro, della previdenza e del fisco. Secondo, in caso di mancate o di inadeguate risposte da parte del governo, valutare la possibilità di organizzare ulteriori azioni di protesta, inclusa la programmazione dello sciopero generale.

Sono quattro le questioni prioritarie da tempo irrisolte e la cui soluzione risulta improcrastinabile: il mancato rinnovo dei contratti dei lavoratori del pubblico impiego; il disagio dei pensionandi, causa la rigidità e l’iniquità della riforma previdenziale Fornero, con il conseguente blocco del turn over; la grave perdita del potere di acquisto delle pensioni; la permanente ingiustizia fiscale. Sono questioni così centrali da influenzare pesantemente non solo la crescita economica e occupazionale del paese ma soprattutto il suo sviluppo civile, sociale e culturale.

Nel settore pubblico il mancato rinnovo dei contratti per oltre 3 milioni di lavoratori - contratti scaduti nel lontano dicembre 2009 - ha impegnato la Confsal e tutti i maggiori sindacati nella più lunga e complessa vertenza sindacale che si ricordi con un governo della Repubblica.

 

 

 

Leggi tutto...
 
Not.27/2016 - Editoriale Segretario Generale Stampa

ImageNotiziario n. 27


 

Illuminate scelte politiche??

 

 

 

Stimate colleghe e colleghi,

 

prima di occuparci di un intervento riformista, che riguarderà tutti noi da vicino, ovverosia l’imminente Decreto di riordino delle Agenzie fiscali, previsto dalla delega di riforma della PA, nell’ottica sempre dichiarata di ribaltare il rapporto tra Fisco e cittadini, proseguendo nella strada già tracciata dal 730 precompilato e dalla c.d. compliance, il Premier, specie per ragioni politico-elettorali, morde ancora l’idea del “Fisco amico”, inserendo, anche temporalmente, nel veicolo sopra tratteggiato, la “riforma di Equitalia”, per diverse motivazioni, quali, tra le principali, spuntare le armi al Movimento 5 stelle, “ripulire l’immagine di Equitalia”, riportare quest’ultima interamente sotto l’Agenzia delle Entrate, integrando al massimo la mente ed il braccio operativo nella fase riscossiva dei tributi.

Trattasi di una più che ipotesi di lavoro, che, laddove oggi è tutta da confezionare, è vissuta all’interno dei vertici di Palazzo Chigi, Agenzia delle Entrate ed Equitalia.

Al di là dell’innegabile “effetto annuncio”, l’obiettivo dichiarato del Governo è ancora quello di far controllare il sistema agenziale ed Equitalia da Palazzo Chigi, creando, sostanzialmente, “un Organismo di consulenza pubblica”, con meno sanzioni e pagamenti ulteriormente rateizzati, ad immagine e somiglianza delle esigenze dei contribuenti.

Mutatis mutandis, l’obiettivo governativo sembra essere quello di far recuperare alle strutture sopra citate una “dimensione adeguata”, che assicuri la riconversione dell’attività di lotta all’evasione e susseguente fase riscossiva in un servizio a favore della collettività e non uno strumento, come oggi sembra, di oppressione economica.

Non si tratta di abolire Equitalia, ma, probabilmente, di aggregarla all’Agenzia delle Entrate, atteso che, finché il Governo ed in genere la classe politica non riprendano il pieno controllo della macchina amministrativa fiscale, attualmente ben funzionante, ma con meccanismi indipendenti da certe scelte politiche, l’attuale Governo teme serie ripercussioni negative nelle prossime competizioni elettorali: in tale ottica Equitalia non dovrà limitarsi ad essere il braccio armato dell’Agenzia o dell’INPS.

Sostanzialmente, una riforma dichiaratamente mirata a rispettare ancora di più le esigenze ed i problemi dei contribuenti, con un cambiamento di regole, anche operative, che rendano Equitalia più corretta, più flessibile, meno temuta dai contribuenti.

 

 

Leggi tutto...
 
Not.26/2016 - Editoriale Segretario Generale - Creativity room Stampa

ImageNotiziario n. 26 del 18 maggio 2016

 

Editoriale del Segretario Generale

           

CREATIVITY ROOM

 

Mutuando da quanto affermato da un autorevole Presidente, “non c’è riforma senza i lavoratori!!”.

Senza l’impegno e l’adesione delle donne e degli uomini che lavorano nei nostri Uffici, qualsiasi normazione non provocherà nessuna innovazione: come in ogni know edge farm, sono loro il vero asset su cui basare qualsiasi progetto di cambiamento e di miglioramento.

La gestione delle risorse umane è molto poco curata da noi, laddove lo sviluppo delle persone è lasciato al caso, ovvero a qualche capo illuminato.

La partecipazione delle colleghe e dei colleghi ai cambiamenti in atto, infatti, ad esser positivi è quantomeno sporadica.

Quanto sopra non permetterà alle recenti normazioni di tradursi in comportamenti virtuosi ed utili al sistema Paese.

La partecipazione dei dipendenti ai processi di miglioramento della nostra Amministrazione e, in particolare, la valorizzazione del benessere di chi lavora ed il contrasto alle discriminazioni, nonché una dirigenza pubblica innovatrice, orientata ai risultati e dinamica, rappresentano i minimi elementi di una ipotesi seria di lavoro per trasformare l’attuale assetto agenziale da burocratico in manageriale.

Leggi tutto...
 
Not.25/2016 - Editoriale Segretario Generale Stampa

ImageNotiziario n. 25 dell'11 aprile 2016


 

Defidelizzazione, demotivazione, destrutturazione e ripubblicizzazione ricreano un’Amministrazione Finanziaria “old

 

 

La più autentica, veritiera e sostenibile lettura delle prospettive di sviluppo della nostra Amministrazione Finanziaria era ed è, come da me commentato in tanti anni declinabile all’interno di tre distinte ottiche: una costituzionale-normativa, l’altra politico-sindacale e l’ultima culturale- sociale.

Nel nostro Paese esiste un patto inespresso fra governanti e lavoratori pubblici per il quale saremo tutti d’accordo sul punto che: “poco ti pago, poco fai”.

Ancora, tutti i Governi e le conseguenti produzioni legislative hanno sempre violentato il Pubblico Impiego, degradandolo a “bancomat” per le più disparate esigenze di bilancio e, dal 2008, con il noto blocco contrattuale, a struttura pubblica non meritevole di alcun investimento, fatta eccezione per le presunzioni d’inefficienza, di cui al noto decreto Brunetta, i cui effetti presto saranno declinati, specie sul salario accessorio, con l’applicazione delle note percentuali, afferenti una presunzione assoluta di soggetti non meritevoli di alcun salario accessorio.

Il Legislatore, i vari Governi, la percezione che i vari “ceti sociali” hanno della funzione del gabelliere, hanno evitato, scientemente, che si creasse, all’interno dell’Amministrazione Pubblica e dell’A.F., quel “rapporto sinallagmatico” tra prestazioni e controprestazioni ed, ancor più, quel rapporto di fidelizzazione che avrebbe forse, ma certamente in gran parte, affievolito i non trascurabili fenomeni di infedeltà che, da tempo, le cronache ed i giornalisti spesso strumentalizzano, ignorando, unitamente all’Amministrazione, non solo l’art. 27, co. 2 Cost., ma anche i fondamentali canoni di motivazione del personale che, nel settore privato, invece, hanno diverso spazio e sviluppo.

Leggi tutto...
 
Posizione di chiusura dell’Agenzia delle Entrate sulla Voluntary Disclosure Stampa

COMUNICATO UNITARIO

FP CGIL 

CISL FP

UILPA

CONFSAL-SALFi

FLP

Posizione di chiusura dell’Agenzia delle Entrate

sulla Voluntary Disclosure

 

 

Nel corso della riunione fiume di ieri all’Agenzia delle Entrate, abbiamo ricevuto una informativa da parte del Direttore Centrale Accertamento dott. Aldo Polito, che, unitamente al Direttore Centrale del Personale dott.ssa Calabrò, ha illustrato le modalità operative delle lavorazioni delle istanze “Voluntary Disclosure”.

L’intervento, prettamente tecnico, non è stato ritenuto soddisfacente rispetto ai quesiti posti e alle criticità sollevate dalle OO.SS., firmatarie di questo comunicato.



Leggi tutto...
 
Not. 24/2016 - Entrate - Incontro del 28/04/2016 Stampa

ImageNotiziario n. 24 del 29 aprile 2016

  AGENZIA DELLE ENTRATE

Avvio delle Posizioni Organizzative Territorio

Proroga 2016 Front Office aree metropolitane

                                                      Grandi difficoltà su Voluntary Discosure e chiusura Uffici territoriali in applicazione della “spending review”

     

L’Ordine del Giorno della riunione fiume di ieri alle Entrate era pregno di numerosi argomenti di importanza strategica:

Leggi tutto...
 
Not. 23/2016 - Demanio Stampa

ImageNotiziario n.  23 / 2016

Agenzia del Demanio

-

Esito incontro del 20/04/2016

Firmato l’Accordo del PdR 2016

 

 

Dopo gli opportuni approfondimenti, è stato firmato dalla CONFSAL-SALFi e dalle altre OO.SS., con la Direzione del Personale dell’Agenzia del Demanio, l’accordo relativo al Premio di Risultato per l’anno in corso (2016).

Lo schema ricalca, fondamentalmente, quello dell'anno precedente, salvo accentuare alcuni aspetti legati al conseguimento degli obiettivi di performance, in ragione degli obiettivi di convenzione assegnati all’Agenzia del Demanio, sulla base dell’Atto di Indirizzo del Ministro dell’Economia e delle Finanze per il triennio 2016-2018 (22 dicembre 2015).

L’accordo sarà visionabile, appena possibile, sul nostro sito, al link Demanio.

In merito all’aspetto economico, rispetto al valore medio pro capite annuo, stabilito dal vigente CCNL in euro 2.100,00 e quindi relativo montante annuale, la somma globale a disposizione è stata incrementata, su richiesta delle OO.SS., nella misura di euro 20.000,00, relative alle somme destinate al personale e non spese, destinate al personale nell’anno 2015, nonché integrata da eventuali ulteriori somme che non verranno spese nell’anno in corso.

Ulteriore clausola di salvaguardia inserita nell’accordo, riguarda la modifica dell’entità del premio ad esito del percorso di rinnovo contrattuale che verrà avviato nelle prossime settimane.

Il Premio di Risultato, che sarà reso disponibile al pieno raggiungimento degli obiettivi da Convenzione per l'erogazione dei servizi 2016 da parte dell'Agenzia, sarà articolato in due parti ed erogato come segue:


 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 26 di 91
Le rubriche del S.A.L.Fi.

Segretario Generale           Lavoro Finanziario           Salfi sulla Stampa
 
Top! Top!